Il diavolo sta nei dettagli

Fino ad ora la professoressa durante il laboratorio di scrittura ci ha consigliato davvero molte tecniche. Una di queste, una delle prime, è stata “Idee e dettagli” .
Questa strategia l’ho applicata, o quasi, nel mio primo testo: nelle prime bozze c’erano solo idee non approfondite, invece nel testo finale avevo aggiunto a queste idee i dettagli, che secondo me fanno la differenza!
Come fare? Si disegna una tabella e a sinistra si scrivono le prime idee del tuo pezzo (incomplete), che poi verranno arricchite nel lato destro con i dettagli.
I dettagli, per me, sono stati utili perchè hanno approfondito l’idea iniziale, facendo sì che il lettore si possa immedesimare perfettamente in quello che legge.
La tecnica delle idee e dettagli è molto laboriosa, però alla fine nel tuo pezzo si vedranno i risultati: non c’è da discutere sulla sua utilità… si può dire che l’idea è come un semino e i dettagli sono come la pianta o il frutto di questo semino.
Io mi sono trovato davvero bene con questo sistema perchè mi ha fatto capire cosa significa aggiungere dei dettagli che mostrano, ma non solo: ti fa capire meglio le emozioni provate dal personaggio o l’azione che si svolge in quel momento.
Un difetto della strategia potrebbe essere che per dei giorni devi lasciare in stand-by il tuo pezzo per concentrarti di più sulla tecnica di scrittura: se non si prendono appunti facendo così si rischia di perdere il filo del testo.
Una cosa però vi assicuro: questa tecnica serve a crescere come scrittori!
(Davide)

Qui la minilesson “Il diavolo sta nei dettagli)

Annunci

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: