Ricordi preziosi, diamanti grezzi (il racconto autobiografico in terza)

In questi giorni stiamo riprendendo il racconto autobiografico perchè, l’abbiamo detto più volte, la scrittura di qualità ha origine da noi, dalle nostre passioni, dai nostri ricordi: uno scrittore esperto mette parte di se stesso in ogni pezzo, e questo non significa non saper essere oggettivi (come abbiamo sperimentato nel percorso sul testo espositivo) o non poter usare l’immaginazione (come molti dei vostri racconti dello scorso anno dimostrano, andate ad esempio a rileggervi “Saladin e la foresta del silenzio” di Matteo).

Useremo quindi il racconto autobiografico come palestra di scrittura, per sperimentare nuove strategie e tecniche, ma anche in chiave orientativa, per imparare a conoscerci meglio guardando le nostre memorie con le lenti dello scrittore.

Per cominciare, ripartiamo da dove ci eravamo lasciati. Questa presentazione dello scorso anno  vi aiuterà a riprendere il filo del discorso, questa infografica (andate a ripescarla nel vostro quaderno!) sarà il punto da cui partire per introdurre le nuove tecniche di scrittura:

 

infografica TESTO AUTOBIOGRAFICO

 

Annunci

I commenti sono chiusi.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑